:: Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria Ufficio Scolastico Regionale Liguria - Sito Istituzionale

Visualizza la Mappa del Sito Aumenta Carattere Diminuisci Carattere Carattere Predefinito Passa alla Versione Grafica Passa alla Versione Alto Contrasto Passa alla Versione solo testo Versione Grafica
Versione ad Alto Contrasto
Versione solo testo
Sei in: Home arrow Integrazione handicap arrow Linee guida per l'integrazione

Linee guida per l'integrazione

Linee guida per l'integrazione
Le linee guida elaborate a livello regionale  muovono  dalle considerazioni sottoriportate e da un confronto tra le diverse esperienze maturate nelle scuole Liguri, non intendono surrogare le disposizioni, ma piuttosto costituire una sintesi della norma che identifica ruoli, procedura e tempistica utili a supporto del processo di integrazione.

CONSIDERAZIONI:

  • la Disabilità è una condizione personale, oggettiva, accertabile e valutabile secondo parametri definiti dall'O.M.S. (ICD10, DSM 4°).
  • La situazione di handicap, o disabilità, scaturisce dall' impatto tra le difficoltà individuali ed il contesto di vita, sociale ed ambientale.
  • La scuola opera in riferimento all' handicap (anche se non  è considerato attuale l'uso di questo termine) e cioè in due direzioni: a) potenziare le risorse individuali, e non solo per l'alunno disabile, b) favorire la modifica del contesto ambientale e sociale in funzione di una maggiore e migliore partecipazione di ciascuno, con le proprie risorse (qualunque esse siano) alla vita di tutti.
  • Il concetto di integrazione, così come introdotto dal sempre valido documento Falcucci, implica proprio questo: un "nuovo modo di essere della scuola", cioè la flessibilità della struttura in modo che ciascuno, qualunque sia la sua situazione personale, possa essere protagonista del proprio percorso di crescita e sentirsi ed essere elemento non  aggiunto ma integrante di quel contesto.
  • Il concetto di inserimento implica il riconoscimento dell'estraneità dell'elemento inserito, il concetto di integrazione richiama la piena appartenenza di ciascuno, senza il quale il contesto non è "integro", intero, completo.  
  • La valutazione, anche quantitativa, delle risorse necessarie per il processo di integrazione scolastica non è attuabile in riferimento al solo parametro disabilità, ma in riferimento al progetto che si intende attuare, finalizzato al potenziamento delle risorse individuali ed a favorire le migliori condizioni  socio - ambientali. Quindi gli elementi da prendere in considerazione dovrebbero riguardare non solo la situazione individuale dell'alunno disabile, ed in particolare le sue potenzialità, ma anche il contesto di integrazione.  
  • Il concetto di integrazione  non è legato necessariamente all'handicap, ma riguarda lo "star bene a scuola" di tutti con tutti, il sentirsi di "appartenere". Non è da considerarsi come un postulato pedagogico, ma diventa impegno educativo soprattutto nelle situazioni in cui, per varie situazioni individuali, culturali o sociali sia presente, anche all'interno della scuola, il rischio di emarginazione, esclusione o prevaricazione. L'integrazione deve essere obiettivo di tutto il contesto scolastico. 
pdf Linee guida per l'integrazione 134.03 Kb
 

Contatti

USR Per la Liguria
Via Assarotti 38 - 16122 Genova
PEC: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
E-mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Codice Ipa: m_pi
Codice AOO: AOODRLI
Codice univoco per la fatturazione elettronica: XIK2GZ
C.F.: 80152500106
Centralino: +39.010.8331.1

Utenti online

Abbiamo 43 visitatori online